Le migliori vinerie di Mendoza

State per partire per l’Argentina e volete abbinare al vostro viaggio alcune visite nelle migliori regioni vinicole della nazione? 

Ecco ciò che non potete assolutamente perdervi: le migliori vinerie di Mendoza.

Mendoza è una città dell’Argentina centro-occidentale, un luogo interessante per poter assaggiare i vini rossi della regione, i migliori mesi per visitarla sono: gennaio, febbraio e marzo, i mesi della vendemmia.

L’Argentina è stata per lungo tempo tra i cinque maggiori produttori mondiali di vino ma ultimamente molti di questi vini possono già essere consumati all’estero. Le ampie piantagioni, che si stendono ad est dell’Argentina, ai piedi della Cordillera delle Ande e la moda della cucina latino-americana imposta negli Stati Uniti offrono ai vini argentini un’opportunità imbattibile per mostrarsi al mondo.

Vediamo quali sono i vini di qualità.

I migliori vini argentini

Il vino denominato Malbec, assieme al Cabernet Sauvignon, Merlot e Syra, conferiscono all’ Argentina la qualifica di produttore di importanti vini rossi che reggono benissimo la concorrenza dei vini europei. La qualità è molto variegata, in continua evoluzione, in base ai vostri gusti sceglierete quello che fa per voi.

A differenza delle altre Nazioni, ci sono condizioni favorevoli che assicurano una formidabile viticoltura.

Il Malbec in Europa non è molto conosciuto e non è facile da reperire nelle enoteche, tantomeno nei supermercati.

Oltre a conoscere i vini, occorre sapere anche i luoghi dove poter assaggiare questi fantastici vini: vediamo allora quali sono le migliori vinerie di Mendoza.

Le migliori vinerie di Mendoza

Il vino viene prodotto principalmente in quattro valli: Centro, Est, Sud e la Valle de Uco, in quest’ultima si trovano molte delle cantine più importanti della provincia, come ad esempio quella di Atamisque, situata in una cascina circondata da un parco di 15 ettari che comprende anche un campo da golf.

Vicino a Atamisque si trova l’azienda Salentin, famosa non solo per i suoi eccellenti vini, ma anche per lo Spazio Culturale Killka, che ospita una grande collezione di arte contemporanea argentina e olandese del XIX e XX secolo.

Se desiderate trascorrere qualche giorno di relax immersi nelle vigne argentine, il consiglio è di fermarvi alla Posada Salentin, una struttura moderna, con piscina, ristorante e tutti i comfort, ai piedi della cordigliera delle Ande.

Per gli appassionati di bodegas piccole e in stile coloniale, la Bodega Lagarde ha un bellissimo connubio, pur essendo piccola, produce vini di ottima qualità e anche di grande diffusione.

Vinerie più antiche

La cantina della famiglia Di Tommaso con muri di adobe è una delle più antiche della provincia di Mendoza ed è datata 1869.

Al suo interno ci sono ancora le vecchie botti in mattoni (importati dall’Inghilterra) e cemento (importato dalla Germania) che attualmente vengono utilizzate per stagionare le bottiglie. La famiglia Di Tommaso (di origine friulana) gestisce attualmente questa cantina, la famiglia. Raùl Josè Guevara era una delle prime proprietarie ad impiantare le viti di Malbec a Mendoza.

Fra le aziende vitivinicole di punta della regione argentina di Mendoza, Bodega Norton è una cantina storica, fondata da Edmund James Palmer Norton nel 1895, prima bottega in assoluto a essere sorta nella zona sud della valle del fiume Mendoza.

La cantina Norton, acquistata nel 1989 dall’austriaco Gernot Langes Swarovski, risulta ancora oggi fra i “top 5” marchi di vino argentino di qualità premium.

Come viene effettuata una visita?

Le escursioni sono effettuate in genere in piccoli gruppi di persone, con un massimo di otto, e si focalizzano soprattutto sulle migliori cantine e vini di Luján de Cuyo e Valle de Uco.
Il tour è relativamente costoso, circa US$160, ma di ottimo valore ed è tutto compreso nel prezzo.

A differenza di San Juan, le visite alle cantine non sono gratis e le più piccole richiedono una prenotazione anticipata, per effettuare una visita, occorre prenotare in largo anticipo.