I migliori musei di Buenos Aires

Buenos Aires è la capitale dell’Argentina, molto importante dal punto di vista culturale, difatti ospita i musei più interessanti di tutto lo Stato.

Ma perché i musei di Buenos Aires ricoprono tale importanza?

La rete museale è considerata la migliore di tutto il Sud America principalmente per tre motivi: collezioni, vastità e varietà. Occorre precisare che tra i tanti musei, ci sono pochi centri espositivi.

A differenza delle altre città, Buenos Aires non possiede un Museum Pass: i turisti sono tenuti a pagare e fare le rispettive file in ogni singolo museo senza avere alcun tipo di vantaggio temporale.

Ogni museo merita la dovuta attenzione, ma ovviamente nel vostro viaggio dovrete fare una selezione e scegliere quelli assolutamente da non perdere.

Vediamo in una guida quali sono quelli più interessanti.

I musei più interessanti della capitale argentina

Museo Nacional de Bellas Artes

Museo Nacional de Bellas Artes (https://www.bellasartes.gob.ar, Av. Del Libertador 1473) è situato nella zona Plaza Francia vicino al MALBA e il Cementerio di Recoleta.

Qui troverete le opere degli impressionisti, tra cui ci sono pittori di fama mondiale come Monet, Degas e Renoir.

Oltre a queste, vi sono opere di maestri europei, che meritano un’alta riconoscenza e nel corso della vostra visita non potrete dimenticare di vedere quelle di Rodin, Toulouse-Lautrec, Gauguin e Rembrandt. Le raccolte sono fra le più prestigiose e importanti dell’America Latina.

Il vantaggio più grossolano è l’entrata gratuita, l’accesso vi consente di gironzolare nelle sale in piena libertà. Le sale sono bene allestite ed illuminate, chi ama l’arte deve programmare tre ore per la visita.

Malba

Il MALBA (http://www.malba.org.ar, Figueroa Alcorta 3415) si tratta di un’istituzione culturale privata gestita da una fondazione e che ha lo scopo di raccogliere, conservare, studiare e diffondere l’arte latinoamericana dall’inizio del XX secolo fino ad oggi. L’ attenzione va data in particolare alla Collezione Costantini di arte moderna.

All’interno del museo si possono ammirare e studiare gli esiti più recenti e innovativi della scena artistica argentina e sudamericana nonché numerose mostre temporanee di artisti di fama internazionale. Periodicamente sono ospitate esibizioni, progetti integrati e mostre uniche di scultori, maestri dell’artigianato e degli artisti più importanti del Paese.

Da menzionare tra le collezioni permanenti le opere degli argentini Emilio Pettoruti, Roberto Matta e Jorge de la Vega. Questi sono completati da mostre itineranti di artisti di fama internazionale tra cui Andy Warhol, Mario Testino e Yayoi Kusama. Oltre alle collezioni, le mostre si svolgono nell’imponente edificio, completo di cinema, caffetteria e libreria.

Viene sostenuto un programma di conservazione di film e proposto un calendario regolare di proiezioni di cinema d’essai, in più, si può trovare un’eccellente libreria e negozio di articoli da regalo, il caffè è molto frequentato dagli amanti dell’arte del quartiere di Palermo.

Il prezzo del biglietto è contenuto costa 4 euro.

Museo Nacional De Arte Decorativo

museo nacional buenos aires

Il Museo National De Arte Decorativo (https://museoartedecorativo.cultura.gob.ar, Av. Del Libertador 1902) dedicato all’arte decorativa e alle arti “minori” e inserito nella magnifica cornice neoclassica di Palacio Errázuriz, è stato allestito all’interno di un’incredibile residenza costruita negli anni venti del Novecento su ispirazione dell’architettura francese.

Nelle sale di questo museo si possono ammirare opere di scultura, miniatura, ebanisteria, oreficeria e alcuni dipinti dal grande valore artistico, opere di Jean-Honoré Fragonard, Édouard Manet e molti altri.

Perché visitarlo? la sua caratteristica principale è la particolarità e unicità del valore artistico. L’ ingresso è libero.

Museo de los Ninos

A differenza degli altri musei, il Museo de Los Ninos (Abasto Shopping, Av. Corrientes 3247) è una piccola realtà situata all’interno di un elegante edificio art decò chiamato “Abasto” e raccoglie attività interattive dedicate ai bambini che visitano la capitale.

Immaginate di essere in una città in miniatura. Immaginate di poter giocare e immaginate di essere medici, dentisti, musicisti, operatori, annunciatori, giornalisti o di lavorare in un supermercato, in una banca, in una barca, nella posta o in una fabbrica di biscotti. Il Museo de Los Ninos è il luogo perfetto per sviluppare la nostra immaginazione… e quella dei nostri bimbi, soprattutto.

Nelle sue sale si trovano pannelli multimediali e plastici che simulano le attività della città argentina, così facendo vengono proposte una serie di attività educative.

Inoltre, in molti angoli ci sono fogli esplicativi su diversi argomenti, come l’alimentazione infantile, il modo in cui viene prodotto l’olio, un po’ di educazione fiscale, lavori in dogana o il modo migliore per lavarsi i denti.

Museo Evita

Il Museo di Evita Peron (Calle Lafinur 2988) è una realtà museale molto particolare di Buenos Aires. Questo piccolo ma interessantissimo museo è infatti interamente dedicato a una delle figure più controverse e amate della storia dell’Argentina contemporanea: Evita Peron nonché moglie di Juan Domingo Peron, presidente dell’Argentina dal 1946 al 1955.

Evita potrebbe quasi essere considerata oggetto di venerazione in Argentina ed in questo museo le viene data profonda riconoscenza attraverso una grandissima raccolta di materiale documentario e multimediale, caratterizzato da una ricca collezione di oggetti e abiti della donna più famosa della nazione.

Non si può dire di certo che Buenos Aires possieda i musei più famosi al mondo, tuttavia c’è un incredibile imbarazzo della scelta, accompagnato da un fascino per la tradizione argentina.